Nel nuovo palinsesto del festival digitale della Regione, “#laculturanonsiferma”, on line su www.emiliaromagnacreativa.it e www.lepida.tv e sul canale YouTube LepidaTV OnAir, fruibile anche sul canale 118 del digitale terrestre e sul 5118 di Sky, spicca “Musica che Cura Streaming Festival”. La due giorni ideata da Django Concerti venerdì e sabato dalle 18,30 proporrà una staffetta virtuale live con nomi come Murubutu, Claver Gold, Davide Shorty, Mama Marjas, Dj Gruff, Nandu Popu (Sud Sound System), Marianne Mirage, Massimo Zamboni e Goodblesscomputers. Ci saranno anche i contributi internazionali di Clinton Fearon, Chico Trujllo ed Eskorzo, che si passeranno il microfono nei loro showcase casalinghi. Le due giornate di live termineranno con vari djset mentre a legare le diverse performance provvederanno i messaggi di giornalisti e artisti sulla raccolta fondi, attiva su GoFundMe, per sostenere la Protezione Civile. Per il resto, da segnalare Mariangela Gualtieri che giovedì leggerà la sua “9 marzo” e a grande richiesta il ritorno delle incursioni letterario-filosofiche di Lino Guanciale, domenica, e Ascanio Celestini, lunedì, sempre a cura di Ert. Martedì 14 toccherà poi all’anticipazione di uno degli spettacoli più attesi della prossima stagione. In un video esclusivo, il regista francese Pascal Rambert regalerà un estratto della creazione “3 annonciations”, curata insieme a Romeo Castellucci, il cui debutto è previsto il 29 settembre al Théâtre National de Bretagne. Nrella stessa giornata di martedì una chicca anche per gli amanti dell’opera con “Gli equivoci nel sembiante”, commedia in tre atti del grande compositore barocco Alessandro Scarlatti, padre di Domenico.  Un gioiello del teatro d’opera, andato in scena nel 2016 nell’ambito del “Festival Purtimiro” al Teatro Rossini di Lugo con la regia di Jacopo Spirei e la direzione di Rinaldo Alessandrini, sul podio del celebre complesso barocco Concerto Italiano. Per la musica continueranno infine “La Maratona del jazz”, con il bandoneonista Carlo Maver e il sassofonista Piero Odorici, e “Casa Bentivoglio”, con il pianista Giovanni Ceccarelli da Parigi e il sassofonista Francesco Bearzatti. Per il cinema, infine, domenica 12 un omaggio al fantastico mondo Disney con un focus sul suo creatore nel documentario di Marco Spagnoli “Walt Disney e l’Italia”, sul forte ma poco noto rapporto tra Disney e fumettisti e registi italiani, primo fra tutti Federico Fellini.