Teatri di Vita
Sabato 27 alle ore 20 ultimi tre spettacoli della rassegna ResiDanze. Cie Essevesse, Antonino Ceresia e Fabio Dolce, in “La commedia divina #like4like” con la video arte di Nicolas Clauss, sulle musiche di Marie Bernard e Romain Aweduti. Il Cantiere in “Wall Dialogue Resistance (ai tempi della pandemia)”. Paola Bianchi, in “NRG” con le musiche dal vivo di Fabrizio Modonese Palumbo.

Parco del Paleotto
Sabato 27 alle 19.30 va in scena “Con_visioni a nudo”, concept, regia e coreografia di Roberta Zerbini, danzato e interpretato da Martina Delprete, Emma Moruzzi e Lucrezia Rosellini sulle musiche di Tim Brady-Zumberberg. Prenotazione obbligatoria: 051 443494; 370 366 4343; promozione@ekodanza.it.

Salottino del Jazz
Sabato 27 alle or 21 il Bravo Caffè apre il suo palco in via Mascarella che questa sera ospita il duo Pino De Fazio (tastiera) e Monia Pineda (voce).

Cava delle arti
In via Cavazzoni 2g, alle ore 21 sabato e domenica per la rassegna “C’ Ommedièstate” la Fraternal compagnia porta in scena “Capitan Fracassa”: regia di Massimo Macchiavelli, musiche di Umberto Cavalli con Gabriel Bird, Alessandra Cortesi, Luca Mazzamuro, Luca Comastri, Alice Amico, Jean Briault, Massimo Macchiavelli, Vittorio Fulgoni

Labas
Sabato 27 dalle 18 in Vicolo Bolognetti 2, mini varietà di Arterego. Tra danzatrici aeree, maghi dell’assurdo e domatori di oggetti volanti, il pubblico scoprirà il piccolo mondo di ciascuno dei matti matti personaggi che abiteranno Vicolo Bolognetti.

Arena Puccini
Nell’arena di via Sebastiano 25, sabato 27 alle ore 21 i Giardini di Mirò sonorizza dal vivo la proiezione del film “Il Fuoco” girato nel 1915 da Giovanni Pastrone.
Domenica 28 giugno alle ore 21 concerto di Gio Evan

Botteghe Artigiane Viaggianti
Domenica 28 alle ore 18.30 in piazza San Francesco debutteranno le Botteghe Artigiane Viaggianti, un grande atelier che diverrà sede di nove diversi laboratori all’aperto, spostandosi in tanti quartieri di Bologna. A cura di Cantieri Meticci. Con l’ausilio degli strumenti e delle tecniche di artigianato e narrazione, i partecipanti saranno chiamati a esprimersi e a creare insieme. I manufatti e le narrazioni prodotti nel corso dei nove percorsi laboratoriali confluiranno ne Il Treno del Ricomincio, installazione artistica che arriverà al Giardino Europa Unita alla fine di luglio e diventerà luogo di incontro, creazione e fruizione culturale per tutta l’estate.