Circolo Arci San Lazzaro
Sala 77, Sabato ore 21
Questioni di cuore
Le “lettere del cuore” di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica diventano uno spettacolo. Un viaggio attraverso la vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent’anni. A dare voce sul palco a questa corrispondenza l’irriverente e acuta Lella Costa, in un gioco di contrappunti tra botta e risposta che restituisce tutta la complessità e i diversi gradi d’intensità del tema amoroso.

Teatri di Vita
Sabato ore 20, domenica ore 17
La maschia
In scena “La maschia” di Claire Dowie, versione italiana di Stefano Casi. Uno spettacolo di Andrea Adriatico con Olga Durano, Patrizia Bernardi, Alexandra Florentina Florea. Dai turbamenti dei comunisti dopo la svolta del 1989 ai turbamenti di una donna che si risveglia scoprendo di diventare maschio… Andrea Adriatico gioca ancora sul filo dell’identità di genere dopo le incursioni su Copi, confrontandosi con l’opera di Claire Dowie, una delle protagoniste della stand-up comedy inglese.

Oratorio San Filippo Neri
Via Manzoni, 5, domenica ore 21
Se mi dicono di vestirmi da italiano, non so come vestirmi
Cosa vuol dire, essere italiani? Avere lo zaino Invicta? Parlare male le lingue straniere? Gesticolare? Cantare canzoni d’amore? Non pagare le tasse? Essere eleganti? Portare gli occhiali scuri anche di notte? Applaudire all’atterraggio dell’aereo? Nicola Borghesi e Paolo Nori hanno scritto questo spettacolo che li ha portati a indagare la questione nei luoghi istituzionali, come l’ufficio immigrazione della questura, in rete e per le strade di Bologna.

Teatro Duse
via Cartoleria 42, sabato ore 21, domenica ore 16
Un tram che si chiama desiderio
Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci saranno in scena con ‘Un tram che si chiama desiderio’ di Tennessee Williams. Lo spettacolo, nella traduzione di Masolino D’Amico, è diretto da un grande maestro del teatro come Pier Luigi Pizzi. Il testo, premio Pulitzer nel 1947, amato e odiato, comunque celebre in tutto il mondo, è una pietra miliare del teatro e del cinema. Leggenda vuole che sia proprio su di un tram, che un giovanissimo Williams, ancora studente, abbia immaginato un dramma volto a svelare il lato oscuro del sogno americano.

Teatro Dehon
Via Libia, 59 sabato ore 21 – domenica ore 16
Montagne russe
Una commedia divertentissima che esprime una pungente riflessione sul tema dei legami familiari e sul valore del rapporto nei confronti del prossimo. Uno spettacolo dello sceneggiatore, drammaturgo e regista francese Eric Assous che qui vede come interpreti l’istrionico Corrado Tedeschi e l’attrice e modella Martina Colombari.