Ateliersi
Via San Vitale 69, sabato ore 18.30
Replica de “Savušun” di e con Sorour Darabi:  un’ode alla vulnerabilità dell’artista transgender Darabi, iraniano di nascita, francese di adozione, che si relaziona con le proprie radici ispirandosi ai rituali sciiti, praticati maggiormente da uomini cisgender.

Teatro delle Moline
via delle Moline 1, sabato ore 17
Replica di “Keo” di e con Elena Sgarbossa. Keo, spettacolo di danza che prende coinvolge il pubblico per costruire un momento di riflessione sulla volontà di incontro nonostante le difficoltà e le possibili differenze. Vincitore di DNA Appunti Coreografici 2018.

Itc di San Lazzaro
Via Rimembranze 26, sabato ore 20.30
Replica di “Passing the bechdel test” del belga Jan Martens. Sul palco 13 adolescenti, che attraverso le parole di Virginia Woolf, Susan Sontag, Simone de Beauvoir, mescolate ai tweet riflettono su temi come l’omosessualità, gli stereotipi di genere, il femminismo, i modelli di riferimento e l’accettazione. Con il sostegno dell’Ambasciata del Belgio.

Teatro del Baraccano
Via del Baraccano 2, sabato ore 17.30
L’attrice e performer Elisa Turco Liveri legge brani dalla prima edizione italiana del libro “Les paries sont ouverts” della scrittrice francese Claude Cahun, che in letteratura e fotografia ha sempre rifiutato l’identificazione con un genere prestabilito. Il provocatorio pamplhet surrealista, pubblicato a Parigi nel 1934, è incentrato sul rapporto tra attività poetica e impegno politico e indica il linguaggio poetico come massimo grado di libertà al quale aspirare (ingresso gratuito).

Oratorio San Filippo Neri
Via Manzoni 5, domenica ore 18
In scena “Error Day – Beata Ignoranza” convivio spettacolare con testi di Clelia Sedda e Alberto Piancastelli, parole e musica originali eseguite dal vivo da Roberta Giallo.