Pronti, ai posti, via! L’estate a Bologna sarà all’insegna della cultura. Nonostante la crisi, nonostante le restrizioni imposte ancora dall’emergenza sanitaria. Sarà un’estate diversa ma poi non così tanto. Mancheranno turisti e stranieri e allora si pensa a chi la città l’anima e la frequenta tutto l’anno e in questa prossima bella stagione la vivrà in prossimità. E per questo l’assessore alla cultura Matteo Lepore l’ha chiamata “estate di caseggiato” con un lungo elenco di eventi sparsi in 200 luoghi, molti dei quali nei quartieri con palcoscenici nei cortili, nei condomini, nelle piazze e nei parchi. Dall’Appennino al centro storico, passando per le periferie, si vedrà cinema e teatro, si assisterà ad iniziative per i piccoli e non mancherà la musica.

La sveglia
Domenica 14 giugno mattina non stupitevi se sentirete passare sotto casa un autobus pieno di menestrelli che daranno l’annunciazione: l’estate apre i suoi palcoscenici. È il Red City Bus, organizzato da Mismaonda, che dalle 11 alle 13 porterà in giro il cantautore e comico Lorenzo Baglioni, accompagnato dal cantante e musicista Damiano Sardi e dal bolognese ‘Padre Buozzi’ di Paolo Maria Veronica a fare da banditori.

Il cinema
Oltre a piazza Maggiore con il grande schermo che si illuminerà dal 4 luglio, la programmazione della rassegna Sotto le stelle del cinema replicherà all’aperto alla nuova arena all’aperto nel campo da rugby del quartiere Barca. Poi torna l’Arena Puccini e si riaccende dal 18 giugno l’Arena Fico. Alla fine, in tutta la città ci saranno una decina di schermi.

Il teatro
Il 15 giugno per decreto ministeriale i teatri possono riaprire. Data storica che verrà celebrata al Teatro Duse con una nuova puntata del fortunatissimo format di Gianni Morandi, mentre in piazza Maggiore, alle ore 22, va in scena Lapsus Urbano la passeggiata performativa di Kepler 452 che replicherà il 20 e 21 giugno.
Per il resto il teatro farà la parte del leone della stagione estiva.
Il 16 giugno aprirà l’Arena del Sole per il progetto Che cosa può il teatro? Storie di palcoscenico, una festa scandita in un doppio appuntamento – un incontro con il direttore Claudio Longhi e un reading curato dalla compagnia permanente di ERT per ragionare insieme sulla funzione pubblica del teatro.
Teatri di Vita apre il 15 giugno con la rassegna Residanze e poi a luglio con Cuore d’Italia.
Dalla fine di giugno arriva la Caccia al tesoro teatrale organizzata da Mismaonda, con dieci attori – Anna Amadori, Pietro Babina, Silvia Bignami, Elena Bucci, Maurizio Cardillo, Marco Cavicchioli, Gabriele Duma, Andrea Lupo, Angela Malfitano, Francesca Mazza – impegnati in dieci monologhi tratti dal repertorio dei più grandi drammaturghi disseminati in luoghi inconsueti e segreti nelle periferie della città, e al pubblico che si prenoterà sarà comunicato l’indirizzo ma non saprà né chi né cosa l’aspetta.
Il Dehon di via Libia alza il sipario dal 17 giugno fino al mese di agosto, mentre il cortile della Cava delle Arti nel quartiere Savena, sede della Fraternal Compagnia, ospiterà una fitta rassegna di due mesi e mezzo di commedia dell’arte. 
Da luglio a settembre ritorna, con una programmazione ancora più ampia ed estesa nel tempo, il Cortile del Piccolo Teatro del Baraccano che ospiterà concerti, spettacoli di prosa e di danza

La memoria
I 40 anni dalla strage di Ustica saranno ricordati, oltre che dalla consueta rassegna di spettacoli al parco della Zucca in partenza a luglio, dalla mostra Nino Migliori. Stragedia curata da Lorenzo Balbi, promossa dal Comune di Bologna e dall’’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica: inaugurazione il 27 giugno all’Ex Chiesa di San Mattia. I 40 anni della strage del 2 agosto saranno commemorati con il consueto concerto in piazza Maggiore con l’Orchestra del Teatro Comunale

I luoghi nuovi…
Il distanziamento imposto dalle misure preventive anti Covid-19 hanno sollecitato un ripensamento dei luoghi dell’estate. L’Estragon potrebbe lasciare il Botanique e approdare in uno spazio più consono ai concerti.
Novità, al centro sportivo Pontelungo dal 6 giugno arriva “Pontelungo Summer Festival” con musica, proiezioni, la possibilità di vedere le partite di calcio in diretta, mostre, ristorazione e una rassegna dedicata al teatro comico con la direzione artistica di Giovanni Cacioppo.
“Non Solo Roveri” è lo spazio aperto del Giostrà di via Mattei, con musica, ristorazione e le proposte artistiche emergenti e la cucina tradizionale delle comunità straniere che vivono in città.
A luglio aprirà poi “Borgo Mameli – Fuori luogo” alla ex caserma Mameli di porta San Felice.

…e quelli di sempre
Da ritrovare Il Salotto del Jazz in via Mascarella, I giardini del Baraccano festival, a cura della Casa delle Associazioni, che animerà il giardino e il vasto spazio all’aperto con serate di musica, teatro, letteratura, talk su tematiche sociali e proiezioni. E ancora il Cortile dell’Archiginnasio, palcoscenico della musica classica dal 16 giugno al 6 luglio con la rassegna Pianofortissimo e Talenti. Tornano anche L’Altra Sponda, la rassegna estiva del Cassero negli spazi antistanti la Salara e a Villa Ghigi la rassegna L’eco della prima collina. Sempre fuori porta si ritrova La collina delle meraviglie in via di Sabbiuno e l’ Estate al Podere Ca’ Nova, mentre il Parco del Paleotto ospita nuovamente il festival di danza a cura di Selene Terra del corpo.
A luglio riaprirà anche il Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio con una trentina di serate ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria.

I bambini e le famiglie
Dal 16 giugno al 2 luglio, torna al Duse anche il Fantateatro con una versione ridotta della rassegna ‘Un’estate…mitica!’, per i bambini dai 5 anni in su, ispirata alla più belle storie della mitologia
I quartieri saranno invasi da Cantastorie a domicilio, un filone di spettacolo itinerante per incontrare le comunità, i gruppi di vicinato, i bambini e le famiglie proprio dove abitano, con letture, teatro di figura e musica.
Il Treno del ricomincio è inventato da Cantieri Meticci: una grande officina di botteghe artigiane, narrative e itineranti che inizieranno il loro viaggio attraverso tutta la città con laboratori gratuiti guidati da artigiani e narratori per creare manufatti, collage e narrazioni che comporranno alla fine grandi installazioni in diversi luoghi della città.
La Baracca – Testoni Ragazzi che ospiterà tra luglio e agosto, nel cortile del teatro, una stagione estiva per bambini e bambine dai 2 ai 10 anni
Nel mese di luglio riprenderanno anche i consueti spettacoli dei ‘Burattini di Riccardo’ mentre al Giardino del Guasto riparte una programmazione di laboratori, proiezioni e incontri.