C’erano una volta il Festival di Primavera al Tivoli e il Trofeo dell’Amicizia al Dehon. Rassegne popolate da nomi come Apparato del Golgi, Urdhva, Lizard, Meelo, Aula X, ICB, Frog’s, Fire exit… Siamo negli anni ’70 e quelle due rassegne erano imprescindibili per chi faceva rock a Bologna. La rassegna che parte oggi proprio al Dehon ripropone un po’ quel clima e non solo per la location, ma anche perché a calcare il palco saranno ameno un paio di quelle “storiche” band riformatesi per l’occasione.

La direzione artistica di “Bologna e nuvole” è affidata a Renato Raineri e già qui parliamo di storia (bolognese). Lui era il pirotecnico batterista dell’Apparato del Golgi e proprio col vecchio gruppo composto anche dal bassista Luca Pagliarello (oggi con i Dark Machine), il futuro tastierista di Vasco Mimmo Caporeale, il funambolico chitarrista Stefano Mirandola e il cantante Paolo Ferrari (poi cantautore con parecchi dischi all’attivo) tornerà su quel palco questa sera a riproporre il vecchio, impegnativo, repertorio fatto di Genesis, King Crimson, PFM, Emerson Lake and Palmer e Banco eseguiti con una maestria che già all’epoca aveva qualcosa di strabiliante. E con loro i Fire Exit che all’epoca, forti di ben due flautisti, riproponevano la musica dei Jethro Tull.

Domani sarà la volta di una serata particolarissima in cui i Pretty Green proporranno un tributo ai suoni ed ai movimenti Beat e Mod dagli anni 60 ai giorni nostri in uno spettacolo che mischierà musica e parole, energia rock e momenti scenici cui prenderanno parte anche attori (Cristina Monti, Jim Robinson) e narratori (il musicista Marco Coppi, il critico Lucio Mazzi), su un palco trasformato in un pub inglese.
Infine, sabato sarà la volta della Bononia Sound Machine (al motore ritmico ancora Renato Raineri), il più esplosivo gruppo soul italiano che proporrà una versione 2.0 della sua “School of soul” intitolata “Da James Brown a Michael Jackson”. Come da copione, una miscellanea di musica, parole e video che illustreranno la storia del soul con un capitolo dedicato anche alla soul music italiana.