Bologna si arricchisce di un nuovo punto ristoro che “occupa” pacificamente una strada del centro. Un altro? Già un altro. Pensato ah hoc per questa lunga estate calda e con una vocazione artistica. Nella centralissima via Montegrappa, esattamente di fronte al Pop Up Cinema Medica Palace, nasce il Pop Up Village, uno spazio fatto su misura per cinefili e non, dove mangiare, bere e parlare di registi e film, all’ombra di gelsi e bambù. Dal 12 giugno fino al 31 luglio la via chiude al traffico dalle ore 18 e apre alla settima arte fino all’una di notte, nell’ambito di Bologna Estate 2019.

L’idea di Andrea Romeo, direttore del Biografilm, dell’assessore alla cultura Matteo Lepore e tenuta a battesimo nientemeno che da Werner Herzog in persona, ospite illustre del festival e ammiratore sia del progetto che della vivacità culturale bolognese, è quella di accogliere gli spettatori in un luogo piacevole di condivisione sociale e gastronomica, prima e dopo le proiezioni. Anche quelli reduci dalle visioni stellate in piazza Maggiore che potranno prendersi una pausa prima di ributtarsi in sala, climatizzata. O quelli che dopo una proiezione all’Arena Puccini, magari, con una bella volata in mobike, arrivano fino in centro.
Ogni sera è stato infatti aggiunto lo spettacolo di mezzanotte e il Medica Palace si trasforma in Midnight Arena, biglietto a 3 euro. Roba da cinefili duri e puri. Ma tant’è, Bologna è la città dei grandi schermi, tutto l’anno e oramai a orario continuato.
La cittadella “fortificata” del cinema pensata da Romeo che si estende lungo la sottile linea rossa dal Jolly al Fulgor, prossima apertura tra circa un anno, avrà così un suo pit stop ideale a base anche di cocktail per rifocillarsi e ripartire. E i popcorn di una volta? Ci saranno anche quelli. Ma si avrà anche qualcosa di più sostanzioso perché sono già in atto collaborazioni con i vicini ristoranti Il Saraceno e San Pietro che si occuperanno delle proposte gastronomiche compresi, udite udite, gli spaghetti alla bolognese, ormai certificati doc. La strada sarà pedonalizzata e si ripeterà probabilmente l’esperienza on the road della vicina via Belvedere o di via Mascarella di fronte all’Odeon col suo salotto del jazz.
La programmazione attinge dai titoli di successo della passata stagione e sono previste anche alcune anteprime molto attese come “Toy Story 4” (25 giugno) e “Spiderman – Far from home” (12 luglio), e per l’intero programma si può consultare il sito www.popupcinema.it.

L’inaugurazione ha misurato il polso della situazione. Una piccola folla è arrivata per l’anteprima del docufilm “La piazza della mia città – Bologna e lo Stato Sociale”  e per il dj set dei regaz che hanno presentato il loro nuovo brano “Dj di M****” La prima balotta è partita.
Attirerà le ire dei comitati? Speriamo di no. Qui sarò al massimo un “Caos calmo”. Insomma un dehors versione deluxe dove chissà si potranno incontrare Werner Herzog che sorseggia un bicchiere di vino o Martin Scorsese che ha appena fatto una presentazione in Piazza Maggiore o Peter Greenaway che si mangia un tramezzino o Jane Campion che prende il tè. Ma cos’è un film? Eh no, a Bologna è realtà.

Stefania Gotti